Publiacqua - avvisi

Comunicati stampa

 

 

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 14 novembre 2017

Attenzione ai contatori dell’acqua


Considerato il notevole abbassamento, soprattutto notturno, delle temperature di questi giorni, soprattutto nelle zone collinari e appenniniche per le Province di Firenze, Prato, Pistoia e Arezzo, Publiacqua raccomanda a tutti gli utenti di provvedere a proteggere con scrupolo il proprio contatore dell’acqua con materiali isolanti o con stracci di lana, per evitarne la rottura a causa del gelo; ciò provocherebbe infatti la cessazione dell'erogazione di acqua per il tempo necessario alla sostituzione del contatore da parte nostra. Sostituzione i cui costi sarebbero tra l’altro a carico degli utenti stessi. Oltre a questo Publiacqua ricorda anche che un problema a parte è rappresentato dalle seconde case, inabitate nel periodo invernale, dove il ghiaccio può provocare la rottura di tubazioni e termosifoni. Anche in questo caso raccomandiamo agli utenti, oltre che proteggere il contatore, di tenere sotto controllo le tubazioni del proprio impianto interno adottando, al bisogno, qualche piccolo accorgimento come quello di mantenere un minimo flusso da un rubinetto per evitare il congelamento delle tubazioni esposte.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 8 novembre 2017

OLTRE 1,5 MILIONI DI EURO IN NUOVE RETI PER POTENZIARE E MIGLIORARE ULTERIORMENTE L’APPROVVIGIONAMENTO IDRICO DI SAN CASCIANO VAL DI PESA E PER UN ACQUEDOTTO SEMPRE PIU’ INTERCONNESSO

Tre grandi tubazioni, tre lavori strategici per potenziare e rendere ancora più efficiente il sistema idrico del Comune di San Casciano Val di Pesa. Oltre 1,5 milioni di euro di investimento complessivo per rendere sempre più interconnesso il sistema acquedottistico e per far fronte, anche per le frazioni del Comune, al rischio di stagioni sempre meno “normali” ed anzi con picchi di forte siccità come l’estate e l’autunno di questo 2017.  

Il primo intervento è già in corso. Sono iniziati secondo programma ad ottobre, infatti, i lavori di sostituzione della rete idrica di via di Faltignano. Un lavoro che prevede la posa di circa 925 metri di una tubazione DN 100 (diametro di 10 centimetri) sulla suddetta via in località Chiesanuova e che avrà un duplice effetto importante per l’approvvigionamento idrico locale.

Tale tubazione, che viene reso strutturale dopo che una tubazione provvisoria era già stata posata nel luglio scorso per superare le criticità date da una estate eccezionalmente siccitosa, collega direttamente la località Chiesanuova alla rete del capoluogo. Questo rende più sicuro l’approvvigionamento della suddetta località, che avrà potenzialmente maggiore risorsa a disposizione, e, nello stesso tempo, libera risorsa da destinare alla vicina località della Romola.

L’intervento, come detto iniziato in ottobre, ha già visto la posa di oltre 500 metri di condotta e terminerà entro la primavera del 2018 per un investimento complessivo di 250 mila euro.

Altri due interventi vanno invece ad iniziare entro la settimana. Al via domani, giovedì 9 novembre, il lavoro di completa sostituzione della rete idrica che collega Calcinaia e Mercatale con il Capoluogo. Un’opera che prevede la posta di circa 2,4 chilometri di rete idrica (DN 150) ed il rifacimento di 13 allacciamenti. Anche in questo il potenziamento ed il completo rinnovo di questa condotta rendere più strutturata l’interconnessione tra Calcinaia, Mercatale ed il capoluogo rendendo il servizio sulle due località, ed anche il trasferimento di risorsa proveniente da Firenze verso Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val D’Elsa, più sicuro ed efficiente. In questo caso l’investimento è di circa 770 mila euro ed il termine lavori è previsto entro l’estate 2018.

Venerdì 10 novembre, invece, è al via il terzo intervento e cioè quello che interesserà la rete che collega le frazioni di Montefiridolfi e Santa Maria a Macerata. Un lavoro composito perché prevede la posa di circa 1,9 chilometri di rete DN 100  (diametro di 10 cm) e circa 290 metri di condotta DN 80 (diametro di 8 cm) ed il rifacimento di 15 allacciamenti. Il rinnovo e potenziamento di questo tratto acquedottistico, che ha lo stesso scopo dei due precedenti, richiede un investimento di circa 550 mila euro e termineranno anche questi l’estate 2018.

* * *

Uffiicio Stampa - Comunicato del 7 novembre 2017


Informiamo gli utenti che, causa sciopero nazionale USB, venerdì 10 novembre 2017 ai nostri uffici al pubblico potranno verificarsi rallentamenti nello svolgimento delle pratiche ed anche la chiusura degli stessi se non potesse esserne garantita l’efficienza minima.
Sarà comunque garantito il normale funzionamento dei nostri numeri verdi guasti (800 314 314) e informazioni e pratiche (800 238 238).  
Ci scusiamo con i cittadini per i disagi che tale situazione potrà loro creare

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 6 novembre 2017

Informiamo i cittadini dei Comuni di San Casciano Val di Pesa che, causa lavori Enel che toglieranno alimentazione elettrica ai nostri impianti, tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio di mercoledì 8 novembre si potranno registrare mancanze d’acqua in località La Romola. La situazione tornerà a normalizzarsi con gradualità non appena terminato il lavoro e quindi tornerà a riempirsi il serbatoio a servizio della zona.  Per limitare al massimo i disagi i nostri tecnici posizioneranno una autobotte a disposizione dei cittadini in via per Treggiaia angolo via Primo Maggio. 
Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo lavoro potrà creare loro.

* * *

Ufficio Stampa -  Comunicato del 1 novembre 2017

Informiamo gli utenti che, causa assemblea dei dipendenti, lunedì 6 novembre 2017 il nostro Numero Verde Informazioni e Pratiche (800 238 238) e lo sportello online MyPubliacqua non saranno attivi dalle ore 9.00 alle ore 12.00.
Sarà comunque garantito il normale funzionamento del nostro numero verde guasti (800 314 314).  
Ci scusiamo con i cittadini per i disagi che tale situazione potrà loro creare

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 30 ottobre 2017

AL VIA DISTRIBUZIONE DI VOLANTINI AI CONDOMINI PER I QUALI ANCORA NON SONO STATE FORNITE INFORMAZIONI UTILI AD APPLICARE LA CORRETTA TARIFFA RESIDENTE O NON RESIDENTE. PER AUTOCERTIFICARSI C’E’ TEMPO FINO AL 30 NOVEMBRE.

Un volantino nella cassetta della posta per applicare la corretta tariffa. Prorogata al 30 novembre la scadenza del termine per comunicare i dati relativi alla residenza.

Dal 2017 le tariffe idriche domestiche, per decisione dell’Autorità Idrica Toscana, sono differenziate tra residenti e non residenti. Per acquisire le informazioni utili ad applicare la giusta tariffa Publiaqua ha incrociato le banche dati utenti con le anagrafi comunali, acquisendo direttamente il dato sulla residenza.

Purtroppo il censimento effettuato ha consentito di ottenere i risultati necessari all’applicazione della tariffa per la maggior parte delle utenze, ma non per la loro totalità.

Per questo motivo Publiacqua nei mesi scorsi aveva scritto agli utenti e agli Amministratori di Condomino richiedendo di fornire le informazioni necessarie, dando come termine il 30 giugno.
Dal momento però che ancora diversi condomìni non hanno fatto avere le informazioni richieste, la scadenza è stata prorogata al 30 novembre.

A tutte quelle utenze che non invieranno la documentazione richiesta entro il 30 novembre prossimo, sempre secondo le disposizioni dell’Autorità Idrica Toscana, verrà  attribuita la tariffa domestico non residente a far data dal 1 gennaio 2017.

Per questo motivo Publiacqua ad ottobre avvierà una campagna di “cassettinaggio” mirato a raggiungere quei condòmini per cui tali informazioni non sono state ancora trasmesse. Il cassettinaggio è effettuato per informare tutti i cittadini sulla necessità di inviare il dato ed evitare il rischio di vedersi addebitata una tariffa più alta e poter consentire loro di verificare che il loro Amministratore adempia a quanto richiesto.

In contemporanea sarà nuovamente inviata una comunicazione agli Amministratori di Condomino richiedendo di fornire le informazioni richieste.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 30 ottobre 2017

Informiamo gli utenti che il problema al nostro Numero Verde Informazioni e Pratiche (800 238 238) ed al nostro  Numero Verde Guasti (800 314 314) è stato risolto ed entrambi i numeri sono ora normalmente raggiungibili.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 30 ottobre 2017

Informiamo gli utenti che da qualche minuto il nostro Numero Verde Informazioni e Pratiche (800 238 238) ed il nostro  Numero Verde Guasti (800 314 314) non sono raggiungibili per problemi sulle linee telefoniche. I nostri tecnici sono già al lavoro per ripristinare al più presto possibile il servizio. Publiacqua si scusa per i disagi che tale problema potrà creare.

* * *

LA FINE DELL’ESTATE NON SEGNA LA FINE DELLA SICCITA’. ANCORA AUTOBOTTI E SITUAZIONE DI MASSIMA ATTENZIONE SULLE RISORSE LOCALI DEL CHIANTI

Sono ripresi i viaggi delle autobotti verso  il deposito del Morrocco (nel comune di Tavarnelle Val di Pesa) per integrare la risorsa idrica locale e risparmiare l’emungimento dai laghi.
Le precipitazioni avvenute nel mese di settembre, se non avevano garantito un riempimento degli invasi locali, avevano però determinato un incremento significativo della produzione dei pozzi presenti sulla Pesa, garantendo il prelievo di circa 1.000 mc giorno, permettendo quindi di risparmiare la risorsa presente nei laghi. Purtroppo il mese di ottobre non ha garantito un  apporto di pioggia tale da mantenere la stessa capacità produttiva. I pozzi sulla Pesa stanno entrando in crisi e, per risparmiare le risorse locali, Publiacqua ha deciso di riprogrammare l’integrazione con le autobotti, dal momento che, con la venuta meno della produzione dei pozzi sulla Pesa, l’ammontare delle risorse invasate corrisponde a quello che avevamo a fine agosto. Le temperature attuali, alte per la stagione, stanno inoltre determinando consumi elevati.
Problematiche di approvvigionamento sono presenti anche nel Comune di Greve nelle località di Lamole, Casole, Castello Di Lamole, Dudda, Doro, Cintoia, tuttora servite grazie all’integrazione con autobotti.
Non siamo quindi ancora fuori dal rischio che la situazione di eccezionale siccità determini problemi e disservizi e per questo ricordiamo ai cittadini di utilizzare la risorsa idrica unicamente per fini essenziali.
 

* * *

Comunicato del 12 ottobre 2017

L’Amministrazione Comunale di San Casciano Val di Pesa ci segnala che nei giorni scorsi alcuni cittadini hanno ricevuto fatture relative al servizio idrico per le quali i termini di pagamento erano estremamente ravvicinati o addirittura scaduti.

Informiamo i cittadini che hanno ricevuto tali fatture o che le ricevessero nei prossimi giorni che, rivolgendosi al nostro Ufficio al Pubblico di via Morrocchesi o, in alternativa, al nostro Numero Verde Informazioni e Pratiche (800 238 238), è possibile farsi prorogare i termini di pagamento e vedersi annullare gli eventuali interessi di mora. 

Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo problema sta creando loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 11settembre 2017

SICCITA’ IN CHIANTI: SOSPESE LE CHIUSURE E LE INTEGRAZIONI.
EFFETTI POSITIVI DLLE RECENTI PIOGGE MA SITUAZIONE CHE RIMANE SOTTO OSSERVAZIONE
Piogge positive ma Publiacqua non abbassa la guardia. Immediato e positivo l’effetto delle piogge di questi giorni sulle risorse locali del Chianti. Precipitazioni che consentono ai tecnici di sospendere molte delle misure emergenziali attuate nelle settimane scorse ma che, ovviamente, non sono state finora tali da mettere definitivamente la parola fine alla siccità 2017.
Se le piogge di questi giorni non fossero l’auspicato segnale di un ritorno alla normalità del meteo e quindi di un autunno mediamente piovoso, Publiacqua è quindi pronta a rimettere in campo tutte le misure necessarie ad integrare/preservare le risorse locali e quindi a garantire l’approvvigionamento idrico dei cittadini.
Proprio per quanto detto sopra, si rinnova l’appello ai cittadini ad un uso sempre attento e consapevole della risorsa nel rispetto, tra l’altro, delle ancora vigenti ordinanze sindacali.

BARBERINO VAL D’ELSA - TAVARNELLE VAL DI PESA: STOP PRELIEVO DAI LAGHI E MANOVRE NOTTURNE
Sospeso il prelievo dagli invasi locali sui Comuni di Barberino Val D’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa.  E’ questo l’effetto più evidente delle recenti piogge che hanno fatto tornare a scorrere il torrente Pesa e quindi hanno consentito alla Centrale di Potabilizzazione Sambuca di riprendere la produzione. Se anche non dovesse piovere nei prossimi giorni, si stima che la Pesa ed i pozzi in subalveo della stessa possano garantire almeno dieci giorni di produzione il che consente ai nostri tecnici di preservare la riserva strategica dei piccoli invasi locali (Laghi di Fabbrica, Diga Migliorini ecc.) che tra l’altro hanno anch’essi avuto significativi effetti benefici dalle recenti precipitazioni. Altro effetto importante la sospensione anche delle integrazioni con autobotte.
Come detto, però, l’allerta non può dirsi cessata del tutto tanto che, se non dovessero verificarsi ulteriori precipitazioni e dovesse nuovamente calare la produzione proveniente dal Torrente Pesa, il nostro personale provvederà in prima istanza a riattivare immediatamente l’integrazione con autobotte, in modo da portare avanti la strategia di conservazione dei già citati laghi locali già attuata nelle settimane scorse. Solo successivamente, appunto in caso di perdurante assenza di piogge, sarà ripresa in considerazione l’ipotesi di razionamenti.

GREVE IN CHIANTI – anche per Panzano sono stati immediatamente positivi gli effetti delle recenti piogge. E’ infatti ripresa la produzione del campo pozzi di S. Lucia e questo consente di non attuare più le chiusure notturne dei giorni scorsi. Prosegue invece, anche se con minore frequenza, l’integrazione ai serbatoi d’emergenza localizzati nei pressi del cimitero.
Le recenti precipitazioni hanno intanto fatto interrompere l’integrazione con autobotte per i sistemi acquedottistici di Doro e Dudda, Montefioralle e Lamole. Per tutte queste località i nostri tecnici sono pronti  a riprendere i viaggi con autobotte in caso di perdurante assenza di precipitazioni nelle prossime settimane.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 7 settembre 2017
Informiamo i cittadini dei Comuni di Barberino Val D’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa che, proseguiranno anche nelle prossime notti e fino alla fine del weekend le prove e manovre notturne già attuate la notte scorsa. Tali manovre determineranno mancanza d’acqua a partire dalle ore 23.00 nei due capoluoghi, nelle località di Marcialla, Sant’Appiano e Poppiano.
Le manovre termineranno alle ore 4,30 e la situazione tornerà a normalizzarsi con gradualità a partire dalle ore successive.
In conseguenza di tali manovre si registreranno forti abbassamenti di pressione anche sul capoluogo del Comune di San Casciano Val di Pesa, con effetti più sensibili soprattutto per le abitazioni poste ai piani alti.
Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che queste manovre potranno loro arrecare.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 5 settembre 2017

Informiamo i cittadini dei Comuni di Barberino Val D’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa che, come già comunicato precedentemente, Publiacqua, in vista di un possibile razionamento, effettuerà delle prove e manovre notturne che determineranno mancanza d’acqua a partire dalla notte tra mercoledì 6 e giovedì 7 settembre. L’approvvigionamento idrico verrà quindi interrotta dalle ore 23.00 nei due capoluoghi, nelle località di Marcialla, Sant’Appiano e Poppiano.

 

Le manovre termineranno alle ore 4,30 e la situazione tornerà a normalizzarsi con gradualità a partire dalle ore successive.

In conseguenza di tali manovre si registreranno forti abbassamenti di pressione anche sul capoluogo del Comune di San Casciano Val di Pesa, con effetti più sensibili soprattutto per le abitazioni poste ai piani alti.

Nelle giornate successive le mancanze d’acqua potrebbero interessare anche la frazione di Sambuca. Publiacqua nella giornata di giovedì provvederà a darne opportuna comunicazione  

Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che queste manovre potranno loro arrecare.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 5 settembre 2017

Informiamo i cittadini che, causa lavori di aggiornamento dei sistemi informatici, dalle ore 21.00 di sabato 9 settembre, alle ore 06.00 di domenica 10 settembre, il nostro sportello online MyPubliacqua non sarà attivo.
Saranno invece attivi il nostro Numero Verde Informazioni e Pratiche (800 238 238) ed il nostro Numero Verde Guasti (800 314 314).
Publiacqua si scusa con i cittadini per i problemi che questo potrà provocare loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 1 settembre 2017

La prolungata siccità che ha investito il nostro territorio sta provocando il progressivo esaurimento delle fonti locali.
Per preservare le stesse, e garantire la continuità di approvvigionamento, potrebbe rendersi necessario, a partire dalla prossima settimana, l’attuazione di un piano di razionamento che interesserà le utenze di Barberino Val d’Elsa, San Casciano e Tavarnelle.  Il piano sarà valutato, in accordo con le Amministrazioni comunali, in funzione anche della reale entità delle precipitazioni attese in questi giorni e dell’evoluzione delle previsioni meteo per il mese di settembre.
Dell’eventuale razionamento verrà data congrua comunicazione a tutte le utenze.
Si informano i cittadini dei territorio richiamati, che, a partire dalla notte di domenica prossima e nelle notti successive, potrebbero determinarsi, per verifiche di rete in vista del razionamento stesso, abbassamenti e mancanze d’acqua.
Ricordando l’invito ad utilizzare la risorsa per i soli fini idropotabili, evitando sprechi e consumi impropri, ci scusiamo con i cittadini per i disagi che si potrebbero determinare nelle prossime ore.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 31 Agosto 2017

Entro la fine di agosto Publiacqua avrà realizzato la pulizia di circa il 70% delle caditoie presenti sul territorio servito.
Un risultato importante, raggiunto prima della fine dell'estate, che consentirà di effettuare la pulizia totale delle caditoie in anticipo sulla stagione autunnale e ridurre così il rischio che eventi meteorologici importanti possano determinare allagamenti.

Ricordiamo a tutti i cittadini che una caditoia pulita non è sufficiente per garantire la sicurezza del territorio. Durante eventi atmosferici importanti la caduta delle foglie, insieme allo sporco presente sulla strada, potrebbe determinare l'ostruzione delle griglie e quindi impedire il deflusso dell'acqua piovana. É importante, nel caso si rilevassero difficoltà di deflusso,  rimuovere il materiale che si è depositato sulla griglia.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 24 agosto 2017


In previsione del rientro dalle ferie previsto per il prossimo fine settimana, Publiacqua ricorda a tutti i cittadini che è ancora vigente lo stato di Emergenza Idrica decretato dal Presidente della Regione Toscana, e che, in virtù della forte carenza di precipitazioni dei mesi scorsi e delle previsioni non positive dei prossimi giorni, è progressivo e continuo il depauperamento delle risorse locali su tutto il territorio.
Per questo motivo, Publiacqua, assicurando come sempre il massimo impegno del suo personale sul monitoraggio della situazione sul territorio, fa appello a tutti i cittadini dei 46 Comuni dove gestisce il servizio ad un uso responsabile della risorsa nel rispetto, tra l’altro, delle vigenti ordinanze sindacali.   
 

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 21 agosto 2017

Informiamo i cittadini dei Comuni di San Casciano Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa e Barberino  Val D’Elsa che fin dai minuti successivi al guasto sulla tubazione di collegamento che porta acqua dal deposito SS. Marie all’Impianto Sibille e quindi ai tre comuni citati, i nostri tecnici hanno attivato la tubazione di bypass che consente di ripristinare anche se con portata ridotta l’approvvigionamento di acqua. Sono intanto già iniziati i lavori di scavo sul guasto e nelle prossime ore sarà effettuata la riparazione definitiva della tubazione interessata dalla rottura.  L’approvvigionamento dal bypass consentirà di ridurre gradualmente i disagi sul capoluogo di San Casciano Val di Pesa. Nelle ore successive, causa riduzione della quantità d’acqua spinta in rete proprio dalla direttrice San Casciano, problemi di approvvigionamento potranno interessare però i Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val D’Elsa.   Publiacqua si scusa per i disagi che questo guasto creerà loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 17 agosto 2017

Informiamo i cittadini del Comune di San Casciano Val di Pesa che, a seguito della messa in esercizio della condotta idrica alternativa a quella interessata da un guasto in tarda mattinata, la pressione sull’impianto Sibille sta risalendo e nel corso delle ore serali la situazione tornerà a normalizzarsi su tutto il capoluogo. Abbassamenti di pressione e  temporanee mancanze d’acqua potranno invece interessare in tarda serata Mercatale, Montefiridolfi e località limitrofe mentre nella notte e nelle prime ore della mattina di domani, venerdì 18 agosto, potranno verificarsi abbassamenti di pressione e temporanee mancanze d’acqua sui Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val D’Elsa dove, comunque, proseguono le integrazioni con autobotti, già attive dai giorni scorsi, alla Centrale Sambuca ed al deposito del Morrocco.  Publiacqua si scusa per i disagi che questo guasto creerà loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 17 agosto 2017

Informiamo i cittadini dei Comuni di San Casciano Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa e Barberino  Val D’Elsa che i nostri tecnici hanno messo fuori esercizio la tubazione oggetto del guasto comunicato in precedenza attivando una condotta alternativa. Tale condotta, essendo di dimensioni più piccole (DN 125 contro DN 250 della condotta guasta), garantirà la ripresa dell’approvvigionamento dal deposito SS. Marie all’Impianto Sibille e quindi ai tre comuni citati anche se non con la stessa portata che si aveva in precedenza. Problemi di forti abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua si registreranno quindi nel Capoluogo del Comune di San Casciano Val di Pesa e Mercatale Val di Pesa fino al recupero del livello dei locali serbatoi previsto per la serata. Nelle prossime ore, proprio per la riduzione della quantità d’acqua trasportata dalla tubazione attivata in emergenza si potranno verificare problemi di approvvigionamento anche sui Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val D’Elsa dove i nostri tecnici proseguono comunque le integrazioni con autobotti già attive dai giorni scorsi.  Publiacqua si scusa per i disagi che questo guasto creerà loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 17 agosto 2017

Informiamo i cittadini dei Comuni di San Casciano Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa e Barberino  Val D’Elsa che, causa guasto sulla tubazione di collegamento che porta acqua dal deposito SS. Marie all’Impianto Sibille e quindi ai tre comuni citati, nelle prossime ore si verificheranno forti abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua sul capoluogo di San Casciano, loc. Mercatale e limitrofe. Nelle ore successive, causa riduzione della quantità d’acqua spinta in rete proprio dalla direttrice San Casciano, gli stessi problemi di approvvigionamento potranno interessare anche i Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val D’Elsa.  I nostri tecnici sono già al lavoro per la riparazione della tubazione ed effettuare tutte le manovre necessarie a ridurre il disagio. Publiacqua si scusa per i disagi che questo guasto creerà loro.

* * *

Ufficio stampa - Comunicato del 7 agosto 2017

Siccità 2017: criticità, stato delle risorse e prospettive per le prossime settimane.
Publiacqua fa il punto: CdA straordinario e poi incontro con la stampa.

Un CdA straordinario per analizzare la situazione e decidere le strategie per affrontare questa siccitosa estate 2017. Lo ha voluto il vertice di Publiacqua che al termine del Consiglio di Amministrazione ha incontrato la stampa per fare il punto sullo stato della risorsa sul territorio dei 46 Comuni dove Publiacqua è gestore del Servizio Idrico Integrato, sulle criticità già attive o che possono verificarsi a breve termine, sulle azioni messe in campo dall’azienda per fronteggiare questa situazione di estrema siccità.
Presenti all’incontro con la stampa, tra gli altri, Filippo Vannoni, Presidente di Publiacqua, Simone Barni Vice Presidente di Publiacqua, ed i tecnici dell’azienda che stanno lavorando sul territorio.
In virtù delle criticità sotto riportate si fa ancora una volta appello alla cittadinanza ad un uso responsabile della risorsa per soli usi idropotabili, come da ordinanze sindacali emesse dalle amministrazioni comunali.

PIOGGE SCARSE ED ALTE TEMPERATURE
L’attuale situazione climatiche caratterizzata da scarsità di pioggia e elevate temperature evidenzia per il territorio di Publiacqua una situazione di siccità che, dal sistema di monitoraggio regionale (figura 6), va dalla gradazione moderata a severa. Un panorama che viene confermato dai dati relativi alle precipitazioni che riassumiamo per punti:
a. il confronto tra le precipitazioni del mese di giugno con le medie precedenti (1987/2016) evidenzia nei nostri territori una riduzione del 50% con punte superiori, per alcune aree, al 75%
b. tale riduzione segue quella di minore entità che aveva riguardato il mese di maggio (in generale la riduzione delle piogge registrata in quel mese non superava il 25% con alcune aree che avevano avuto comunque valori anche superiori alla media)
c. nel mese di aprile la riduzione di precipitazioni andava invece dal 25 al 50%
d. l’indice SPI (indicatore statistico che misura il deficit o l’eccesso di precipitazione in un dato intervallo di tempo rispetto alla precipitazione normale di lungo termine), mostra valori di siccità da “moderata” a “severa”.
A questi si aggiungono i dati di previsione che il Lamma ha presentato il 4 agosto e che non prevedono per il nostro territorio piogge significative per i mesi di agosto e settembre ed i dati sulle temperature del periodo che, ad eccezione della prima decade di maggio, negli ultimi mesi sono
state superiori a quelle medie, con punte anche significative di 2 gradi medi superiori alla norma (dati escluso medie di luglio).
.
Alla luce di tutto ciò sul territorio dei 46 Comuni dove il servizio idrico è gestito da Publiacqua si sta registrando una marcata riduzione delle risorse idriche i cui livelli sono quelli normalmente rilevati a metà settembre.

LE RISORSE
L’Invaso di Bilancino rappresenta la risorsa strategica più importante del nostro territorio. Una risorsa che i nostri tecnici hanno iniziato a preservare da inizio 2017 con una politica di rilasci, sempre concordata con l’Autorità di Bacino, ma comunque molto conservativa che ci consente oggi di avere 54 milioni di metri cubi di acqua invasata (il massimo invaso è pari a 69 milioni di mc). Considerando che ad oggi il rilascio richiesta dall’Autorità al fine di garantire la vitalità dei fiumi
Sieve e Arno è di 2 mc/s e che lo stop per l’utilizzo dell’invaso arriverà alla soglia dei 25 milioni di metri cubi, si può ragionevolmente ritenere che, alle condizioni attuali, le zone servite da Bilancino possono essere in sicurezza almeno fino a fine ottobre. Tale situazione è monitorata da un tavolo coordinato dall’Autorità di Bacino ed a cui sono presenti tutte le maggiori istituzioni.
Diverso l’orizzonte per tutte quelle aree dove l’integrazione da Bilancino è minore o assente e dove la riduzione considerevole delle risorse locali sta già facendo sentire il proprio effetto.
Diversa ancora quella delle piccolissime frazioni o località, staccati dai sistemi acquedottistici principali, su cui l’unica soluzione d’intervento, peraltro in gran parte già in essere, è l’integrazione con autobotte.


SITUAZIONE DELLA CRISI IDRICA SUL TERRITORIO
Riportiamo di seguito un quadro delle maggiori criticità che si potrebbero attivare dalla prima e dalla seconda quindicina di settembre se perdurasse l’attuale situazione meteo.
Un quadro previsionale ovviamente da aggiornare e rivalutare.
Alcune aree presentano già criticità importante con mancanze d’acqua nelle ore di maggior consumo e tra queste si segnalano sul Comune di Greve in Chianti le frazioni di Lamole, Dudda, Casole, Cintoia e limitrofe.


Inizio criticità previsto per la prima quindicina di settembre
Montevarchi – per il capoluogo si possono verificare mancanze acqua nelle ore di maggior consumo, soprattutto nella zona alta di Pestello; per aumentare la disponibilità di risorsa è stato attivato il prelievo dal Canale Battagli e messo in marcia pompaggio da impianto Le Coste;
Reggello – per le località Donnini, Cancelli e Pietrapiana previste mancanze d’acqua; attivate integrazioni con autobotti per preservare risorsa locale e ricerca perdite straordinaria;
San Casciano Val di Pesa – il capoluogo potrà risentire di abbassamenti di pressione e mancanze acqua ai piani alti nelle ore di maggior consumo per il ruolo di snodo acquedottistico fondamentale per veicolare maggiore risorsa sui Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val D’Elsa. E’ stata messa in campo una manutenzione straordinaria dei locali pozzi; Mercatale e Chiesanuova e Romola si possono prevedere mancanze d’acqua nelle ore di maggior consumo; per aumentare la risorsa disponibile sono state attivate una ricerca perdite straordinaria e la messa in marcia della tubazione di via Faltignano;
Scandicci – per San Vincenzo a Torri, Giogoli, Roveta e Marciola, a causa del depauperamento delle risorse dei pozzi sulla Pesa, si prevedono carenze nelle ore di maggior consumo; si integra con autobotte;
Barberino Val D’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa – sono i due comuni dove la criticità è più forte a causa della riduzione dei locali invasi (Laghi di Fabbrica, Diga Migliorini); in questi due comuni sono già in corso integrazioni con autobotti e, per preservare risorsa locale, è prevista l’attivazione del Lago del Nero e di Antinori per metà agosto; sul lago Cortifedi il prelievo è già attivo; sono in corso attività di ricerca perdite straordinarie compresa l’attività sul collegamento La Botte-Sambuca, adduttrice fondamentale per portare acqua proveniente dall’Impianto dell’Anconella;
Pistoia – per la parte nord della città servita dalle risorse locali (a nord della zona Stadio e di Viale Europa) sono attesi problemi di approvvigionamento che già si sono registrati per alcune ore nei giorni scorsi; per aumentare la risorsa disponibile sono stati presi contatti con RFI per ripristino della tubazione della Galleria di Pracchia - Sammommè e quindi per portare quell’acqua del Reno verso Prombialla. Intanto è stato già attivato prelievo dall’Invaso di Gello ed è stato messo in marcia il booster Forramoro;
Castelfranco e Piandiscò: per la località Pulicciano sono attese mancanze d’acqua specialmente nelle ore serali;
Inizio criticità previsto per la seconda quindicina di settembre
Loro Ciuffenna – per il capoluogo e la località San Giustino sono possibili razionamenti e autobotti per la seconda metà di settembre. Per aumentare la disponibilità di risorsa Publiacqua prevede l’attivazione a fine agosto di un prelievo straordinario dal fiume Ciuffenna e l’attivazione di un booster per la seconda località;
Terranuova Bracciolini – per la loc. La Penna si possono verificare mancanze acqua nelle ore di maggior consumo; in attivazione un booster (pompa) entro agosto;
Cavriglia – per il capoluogo, Castelnuovo dei Sabbioni e Vacchereccia si prevedono mancanze d’acqua nelle ore di maggior consumo; per aumentare la risorsa si è aumentato prelievo da Lago degli Allori, attivato booster Melograno da rete San Giovanni e messo in marcia potabilizzatore su lago degli Allori, un secondo potabilizzatore sarà attivato entro il 20 agosto;
Reggello: per capoluogo, Pian di Rona, Ciliegi e Vaggio si prevedono mancanze d’acqua; per incrementare la risorsa disponibile è stato attivato un booster a Pian di Rona che porta acqua dalla rete Figline Valdarno;
Rignano sull’Arno: per il capoluogo e Troghi si prevedono mancanze acqua per le ore di maggior consumo per riduzione della portata dei pozzi; per aumentare la risorsa attivata manutenzione straordinaria dei pozzi per il capoluogo e la messa in esercizio del pozzo Fornace per Troghi;
Londa: nelle ore di maggior consumo si sono già evidenziate nei giorni scorsi mancanze d’acqua; è stata fatta un’opera di manutenzione straordinaria alle sorgenti. Tali situazioni potranno aggravarsi per ulteriore riduzione della risorsa;
Vaglia: Montorsoli e Bivigliano carenze idriche per riduzione risorsa e alti consumi; sono stati realizzati interventi straordinari per aumentare il pompaggio;
Greve in Chianti – per il capoluogo e per la loc. Panzano sono previste transitorie mancanze d’acqua; attivata ricerca perdite straordinaria e, per Panzano, la rimessa in esercizio dei serbatoi d’emergenza già attivati nelle precedenti siccità e posizionati nei pressi del cimitero;
Castelfranco e Piandiscò – per il capoluogo si attendono mancanze d’acqua soprattutto nelle ore serali a causa della riduzione della portata dal Resco e del Pozzo Ghiacciaie; attivata ricerca perdite straordinaria;

AREE ATTENZIONATE
Oltre alle aree e comuni citati in precedenza, sono sotto osservazione altri Comuni e località dove l’allerta è al momento minore ma che, con il protrarsi della mancanza di precipitazioni e la conseguente riduzione della risorsa, potrebbe aggravarsi nelle settimane future. Tra le aree principali ricordiamo: Agliana e Quarrata nel pistoiese, Grassina e San Donato nel Comune di Bagno a Ripoli, Sant’Agata nel Comune di Borgo San Lorenzo, Santa Brigida nel Comune di Pontassieve, Barberino di Mugello.


AUTOBOTTI E INTERVENTI SUL TERRITORIO
Già dalle settimane scorse sono state attivate autobotti su tutto il territorio. Un piano straordinario in linea con quello già attivato nelle scorse siccità e che ha visto già 350 autobotti trasportate nelle ultime due settimane con la previsione di trasportare, dalla prossima settimana, 6000 mc settimanali di cui il 50% nei Comuni del Chianti.
Oltre a ciò, considerata la situazione siccitosa, Publiacqua dal da gennaio al luglio 2017, ha attivato 18.000 interventi su reti e impianti per rendere più efficiente il sistema acquedottistico (impianti e reti) e quindi la distribuzione della risorsa. Uno sforzo importante che è stato incrementato nei mesi di giugno e luglio con 6.300 interventi pari a più di 100 interventi al giorno.

 

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 2 agosto 2017

Informiamo i cittadini del Comune di San Casciano Val di Pesa che da qualche ora i nostri tecnici hanno registrato una sensibile riduzione dell’acqua a disposizione delle frazioni di Mercatale e Montecampolesi. In attesa di individuare la causa di questo problema sono state effettuate manovre sugli impianti in modo da integrare la risorsa spinta su tali località in parte dal capoluogo di San Casciano Val di Pesa, con conseguenti possibili abbassamenti di pressione sullo stesso, ed in parte dall’impianto di Sambuca. Se la situazione di difficoltà dovesse perdurare dalla mattina di domani i nostri tecnici provvederanno ad aumentare ulteriormente la spinta dall’Impianto Sibille, che già dai giorni scorsi era stato portato a produrre 40 l/s.

Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo problema potrà creare loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 1° Agosto 2017

SICCITA’ IN CHIANTI: OBBIETTIVO ALLUNGARE LA VITA ALLE RISORSE LOCALI. GIA’ ATTIVO UN FORTE PROGRAMMA DI INTEGRAZIONI CON AUTOBOTTE.

ATTENZIONE SOPRATTUTTO SU BARBERINO VAL D’ELSA E TAVARNELLE VAL DI PESA

Publiacqua ed i Sindaci dei Comuni del Chianti dove l’azienda gestisce il servizio (San Casciano Val di Pesa, Barberino Val D’Elsa, Tavarnelle Val di Pesa, Bagno a Ripoli, Greve in Chianti, Impruneta) hanno fatto il punto sulla situazione idrica presente e sulle prospettive per le prossime settimane. Un confronto operativo e reso necessario dal perdurare della siccità e dalle previsioni meteo che non evidenziano cambiamenti significativi a breve.

In generale è un’estate che si annuncia complessa con le risorse locali messe a dura prova dalla carenza di precipitazioni, sia invernali che estive, e dal caldo intenso di queste settimane che ha fatto lievitare i consumi e che ha costretto il gestore ad utilizzare con un mese e mezzo di anticipo risorse e riserve idriche che negli anni precedenti a questa data erano ancora intoccate.

Per questo motivo i Sindaci e Publiacqua si appellano alla popolazione per un utilizzo responsabile della risorsa acqua e ricordano che sono in essere apposite ordinanze sindacali per ridurre i consumi ai soli fini idropotabili.

Di seguito il quadro condiviso con le amministrazioni comunali.

BARBERINO VAL D’ELSA - TAVARNELLE VAL DI PESA: ATTENZIONE ALTA

Barberino Val D’Elsa e Tavarnelle Val di Pesa sono i due comuni con i sistemi acquedottistici più fragili. Le risorse locali sono in forte sofferenza con la Pesa che è praticamente in secco, con conseguente rischio di brusco e repentino calo di produzione da parte dei pozzi ad essa legati, ed i laghi di Fabbrica, lago di Badia a Passignano, diga Migliorini, diga di Cortifedi  sono già a livelli critici. I livelli di risorsa nei laghi principali del territorio è infatti paragonabile a quella che normalmente è rilevata a settembre e, ad oggi, non è possibile escludere razionamenti nell’erogazione della risorsa nei prossimi mesi.

 

LE MISURE INTRAPRESE E PREVISTE - E’ stato già attivato il prelievo dal Lago del Nero mentre dopo la metà di agosto si attiverà il prelievo dal Lago Antinori. Oltre a questo è attiva una ricerca perdite straordinaria e sono già attivi integrazioni dei serbatoio locali con autobotte. Al momento i viaggi con autobotte attivi sono 10 ma è già previsto il raddoppio entro pochi giorni in modo da arrivare a circa 600 mc/giorno di integrazione con una integrazione massima del 20% sulla produzione totale degli impianti di potabilizzazione al servizio dei due Comuni.

Chiara la strategia adottata da Publiacqua e condivisa dai primi cittadini di Barberino e Tavarnelle: preservare ed allungare la vita delle risorse locali attraverso una forte integrazione delle stesse mediante autobotte.

Oltre a questo di particolare importanza è l’ottimizzazione già attuata della linea di trasporto dell’acqua dalle SS. Marie alle Sibille che adesso trasporta il massimo consentito dall’infrastruttura, e cioè 40 l/s, e che così può integrare il potabilizzatore di Sambuca.

Con tutte queste misure la continuità del servizio idrico è assicurata fino alla seconda metà di settembre. E’ questa la situazione più critica sull’area Chianti. Publiacqua è attiva con le proprie squadre sul territorio per ridurre i tempi di intervento ma si chiede la collaborazione della popolazione nel ridurre l’utilizzo di acqua agli scopi essenziali per preservare la risorsa.

GREVE IN CHIANTI – ATTENZIONE SULLE FRAZIONI

Su Greve in Chianti al momento si registrano problemi, in gran parte legati anche agli alti consumi, solo sulla frazioni di Dudda, Doro e Lamole. Massima attenzione all’evoluzione della situazione idrica di Panzano, dove peraltro al momento non si registrano problemi di approvvigionamento, e del capoluogo, dove si registrano alti consumi.

 

LE MISURE INTRAPRESE E PREVISTE – Essendo i problemi sopra citati legati ad alti consumi e interessando località come Lamole che non sono interconnesse ad un sistema acquedottistico più grande, i nostri tecnici stanno integrando i serbatoio locali con autobotte e hanno attivato un piano di ricerca perdite sugli acquedotti interessati da carenze ed anche sul capoluogo.

Con queste misure la continuità del servizio idrico è assicurata fino a fine agosto nelle frazioni citate ed alla metà di settembre per il capoluogo.

Anche in questo caso è necessaria la massima attenzione agli sprechi.

 

SAN CASCIANO VAL DI PESA – SITUAZIONE MONITORATA

Per il Comune di San Casciano Val di Pesa non si evidenziano problemi specifici in quanto riceve direttamente l’integrazione dell’acqua da Firenze. Tale integrazione, come detto in precedenza, è stata potenziata ed all’Impianto delle Sibille arrivano 40 l/s. Proprio il ruolo del Comune di “porta d’ingresso” dell’acqua da Firenze verso l’area, potrebbe far verificare abbassamenti di pressione nelle ore di maggior consumo anche al capoluogo ed alla frazione di Mercatale per la necessità di garantire maggiore integrazione al potabilizzatore di Sambuca e quindi a Barberino e Tavarnelle.

 

LE MISURE INTRAPRESE E PREVISTE – Come per gli altri Comuni è stato attivato un piano straordinario di ricerca perdite. Come detto è stata ottimizzata la linea SS. Marie – Sibille. Oltre a ciò per alimentare le frazioni de La Romola e Chiesanuova, vista la diminuzione di produzione dei pozzi locali, è stata messa in esercizio una nuova tubazione da via di Faltignano.

 

IMPRUNETA E BAGNO A RIPOLI –

Su Impruneta e Bagno a Ripoli, Comuni interconnessi al sistema metropolitano, non si evidenziano problemi inerenti la siccità.

Su Bagno a Ripoli attenzione è posta sulla frazione di San Donato in Collina.

 

LE MISURE INTRAPRESE E PREVISTE –

Per affrontare la riduzione di produzione dei pozzi di Torre a Cona, a servizio della frazione di San Donato in Collina, sono state effettuate le operazioni preliminari alla messa in esercizio di un ulteriore pozzo, denominato Fornace, che sarà attivato a metà agosto.

Con queste misure la continuità del servizio idrico è assicurata anche per San Donato in Collina fino a fine settembre.

 

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 26 luglio 2017

Ricordiamo ai cittadini dei Comuni di San Casciano Val di Pesa e Impruneta e delle località Chiocchio, Spedaluzzo e Strada in Chianti nel Comune di Greve in Chianti che, dalle ore 13.00 Enel effettuerà l’intervento di riparazione sulla cabina elettrica compromessa dall’allagamento all’Impianto di Fabbiolle della tarda serata di lunedì. Questo provocherà la fermata dello stesso impianto e quindi la possibilità che si verifichino abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua. Al fine di limitare al massimo i disagi i nostri tecnici hanno effettuato manovre atte ad arrivare ad inizio intervento Enel con i serbatoi a buon livello e manterranno attivo l’approvvigionamento sulla linea Capannuccia – SS. Marie bypassando l’impianto di Fabbiolle.
L’intervento di Enel, da programma, terminerà alle ore 18.00 e da quel momento, salvo problemi tecnici, sarà possibile rimettere in marcia Fabbiolle e tornare gradualmente alla normale funzionalità del sistema acquedottistico.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 25 luglio 2017

Informiamo i cittadini dei Comuni di San Casciano Val di Pesa e Impruneta e delle località Chiocchio, Spedaluzzo e Strada in Chianti nel Comune di Greve in Chianti che da qualche minuto è terminata la riapertura dell’acqua sulla linea Capannuccia- Fabbiolle - SS. Marie e quindi l’acqua rientrerà con gradualità nelle case. Come anticipato in precedenza, i lavori idraulici sul guasto verificatosi nella tarda serata di ieri si sono conclusi già a metà mattinata. Le verifiche successive di Enel sulla cabina elettrica ne hanno però evidenziato danni che saranno oggetto di intervento nel pomeriggio di mercoledì 26 luglio quando, quindi, si riverificheranno problemi di approvvigionamento nelle zone già coinvolte in queste ore.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 25 luglio 2017

Informiamo i cittadini dei Comuni di San Casciano Val di Pesa e Impruneta e delle località Chiocchio, Spedaluzzo e Strada in Chianti nel Comune di Greve in Chianti che i lavori idraulici sul guasto verificatosi nella tarda serata di ieri si sono conclusi da qualche minuto. I nostri tecnici stanno manovrando per riattivare l’erogazione diretta da Capannuccia alle SS. Marie bypassando Fabbiolle. Enel intanto sta verificando le condizioni della cabina compromessa dall’allagamento di questa notte per il necessario intervento di riparazione sulla stessa.  L’erogazione dell’acqua, salvo problemi tecnici, dovrebbe essere riattivata con gradualità tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio. In attesa della conclusione dell’intervento di Enel, spingendo l’acqua senza l’apporto di Fabbiolle, problemi di basse pressioni e sporadiche mancanze d’acqua potranno ancora interessare il Comune di San Casciano. Autobotti sono a disposizione dei cittadini in Piazza Buondelmonti (Impruneta) e Piazza della Repubblica (San Casciano).
Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo guasto sta creando loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 25 luglio 2017

Informiamo i cittadini dei Comuni di San Casciano Val di Pesa e Impruneta e delle località Chiocchio, Spedaluzzo e Strada in Chianti nel Comune di Greve in Chianti che i problemi di approvvigionamento che si stanno registrando questa mattina sono causati da un grosso guasto che nella tarda serata di ieri ha interessato la Centrale di Fabbiolle che si è allagata. I nostri tecnici ed i Vigili del Fuoco hanno lavorato tutta la notte e stanno proseguendo l’intervento per la messa in sicurezza dell’impianto stesso. L’allagamento ha comunque provocato problemi alla cabina elettrica ed il ripristino della funzionalità dello stesso non può che prevedere tempi lunghi.  Il nostro personale, al fine di limitare al massimo il disagio aumenterà la spinta dall’impianto di Capannuccia ma intanto autobotti sono a disposizione dei cittadini in Piazza Buondelmonti (Impruneta) e Piazza della Repubblica (San Casciano).
Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo guasto sta creando loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 24 luglio 2017

Informiamo i cittadini dei Comuni di San Casciano Val di Pesa e Impruneta e delle località Chiocchio, Spedaluzzo e Strada in Chianti nel Comune di Greve in Chianti che, causa allagamento alla Centrale di Fabbiolle nelle prossime ore si registreranno forti abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua. I nostri tecnici sono già intervenuti per la messa in sicurezza dell’impianto e quindi la valutazione dei danni subiti dallo stesso. Se non fosse possibile rimettere in marcia rapidamente Fabbiolle, i nostri tecnici provvederanno a bypassare l’impianto ed a collegare direttamente Capannuccia con le Sante Marie e quindi ripristinare il servizio
Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo guasto potrà creare loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 24 luglio 2017

Informiamo i cittadini del Comune di San Casciano Val di Pesa che, causa guasto elettrico sull’impianto di Capannuccia su cui i nostri tecnici sono già intervenuti, nelle prossime ore potranno verificarsi abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua. I nostri tecnici sono già intervenuti e stanno lavorando per ripristinare il pieno funzionamento dell’impianto nel più breve tempo possibile.
Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo guasto potrà creare loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 24 luglio 2017

Informiamo i cittadini del Comune di San Casciano Val di Pesa che, causa basso livello di uno dei serbatoi a servizio del comune e di una perdita sulla rete idrica, nel corso della mattinata si verificheranno temporanei abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua nel capoluogo e specialmente alle abitazioni poste ai piani alti. I nostri tecnici stanno effettuando le manovre sugli impianti e stanno provvedendo all’intervento sulla rete e la situazione tornerà a normalizzarsi tra la tarda mattinata ed il primo pomeriggio.
Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo guasto sta creando loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 13 luglio 2017

Informiamo i cittadini del Comune di San Casciano Val di Pesa che i problemi di approvvigionamento che si stanno verificando da questa mattina a Mercatale sono causati da un repentino abbassamento notturno del livello del locale serbatoio. I nostri tecnici stanno effettuando manovre sugli impianti per cercare di normalizzare la situazione tra la tarda mattinata ed il pomeriggio.
Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo lavoro potrà creare loro e fa loro appello, in questo periodo estivo e di grande caldo, per un utilizzo responsabile e solo a fini idropotabili della risorsa.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 12 luglio 2017

Informiamo i cittadini che, causa problema tecnico, da questa mattina il nostro Numero Verde Guasti (800 314 314) ed il nostro Numero Verde Informazioni e Pratiche (800 238 238) risultano non raggiungibili. I nostri tecnici sono al lavoro per risolvere tali problemi nel più breve tempo possibile.
Publiacqua si scusa con i cittadini per i problemi che questa situazione potrà provocare loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 12 luglio 2017

In merito all’episodio di truffa e furto avvenuto nei giorni scorsi a Carmignano, e di un similare tentativo di truffa segnalato da un cittadino nella zona del Galluzzo a Firenze, Publiacqua ribadisce ancora una volta che nessuno dei propri incaricati sta svolgendo controlli su un presunto inquinamento dell’acqua e che, comunque, il suo personale, di norma e salvo casi eccezionali, non effettua verifiche, controlli o manutenzione sugli impianti interni. La pertinenza di Publiacqua arriva, infatti, solo fino al punto di consegna che, nei condomini, si situa solitamente al contatore generale e, nello specifico, i controlli sulla qualità dell’acqua vengono effettuati ai punti di controllo sulla rete idrica e non nelle abitazioni.
Publiacqua invita, quindi, i cittadini a pretendere l’esibizione del tesserino di riconoscimento da chiunque si presentasse loro come nostro dipendente, a non farlo comunque entrare in casa ed a segnalare prontamente alla nostra azienda o alle forze dell’ordine ogni episodio o richiesta sospetta.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 11 luglio 2017


Informiamo i cittadini che da questa mattina, causa malfunzionamento ai sistemi informatici aziendali, si stanno verificando problemi e ritardi nello svolgimento delle pratiche commerciali sia al nostro Numero Verde Informazioni e Pratiche (800 238 238) che ai nostri uffici al pubblico sul territorio.
I nostri tecnici informatici sono al lavoro per risolvere tali problemi al più presto ma fino alla fine dell’intervento i nostri operatori degli uffici e del succitato numero verde potranno solo fornire informazioni generali.
E’ invece normalmente attivo  il nostro Numero Verde Guasti (800 314 314).
Publiacqua si scusa con i cittadini per i problemi che questa situazione potrà provocare loro.

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 10 luglio 2017 
Informiamo i cittadini che, causa assemblea sindacale, l’ufficio al pubblico di Publiacqua San Casciano Val di Pesa (via Morrocchesi 50/A) rimarrà chiuso giovedì 13 luglio. Saranno normalmente attivi il Numero Verde Informazioni e Pratiche (800 238 238) ed il Numero Verde Guasti (800 314 314).

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 3 giugno 2017
Informiamo i cittadini che sabato 3 giugno il nostro Numero Verde Informazioni e Pratiche 800 238 238 rimarrà chiuso. Sarà invece normalmente disponibile il nostro Numero Verde Guasti (800 314 314).

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 19 maggio 2017

Informiamo i cittadini che, causa attività di formazione, gli uffici al pubblico di Publiacqua di Firenze (via De Sanctis, 49/51), San Giovanni Valdarno (via Gadda 1) e San Casciano Val di Pesa (via Morrocchesi 50/A) rimarranno chiusi giovedì 25 maggio. Saranno normalmente attivi il Numero Verde Informazioni e Pratiche (800 238 238) ed il Numero Verde Guasti (800 314 314).

* * *

Ufficio Stampa - Comunicato del 21 aprile 2017

Informiamo i cittadini che lunedì 24 aprile, i nostri uffici al pubblico rimarranno chiusi. Sarà sempre normalmente attivo il nostro Numero Verde Guasti (800 314 314).