Documentazione da presentare

Per il rilascio dell'autorizzazione all'abbattimento dovrà essere presentato:
1. domanda di abbattimento in bollo (modello 2) ovvero comunicazione di abbattimento (modello 3)
2. documentazione ed elaborati indicati nella modulistica
3. pratica paesaggistica, nel caso in cui l'intervento lo richieda (se l'intervento ricade in zona sottoposta a vincolo Paesaggistico ai sensi del D. Lgs. 42/04 Parte III, corredata dal modello per la richiesta di autorizzazione paesaggistica, dalla relazione paesaggistica redatta in conformità con quanto previsto dal DPCM 12/12/05, nonché un'ulteriore copia degli elaborati grafici e della documentazione fotografica in originale

Costi

Nessun onere previsto al netto della eventuale pratica di autorizzazione paesaggistica (vedi relativo procedimento)

Informazioni

Le norme per la tutela del patrimonio arboreo presente sul territorio comunale sono inserite nel Regolamento edilizio comunale (artt. 154 e seguenti).
Viene ad istituirsi uno specifico elenco di "alberi di pregio comunali" per gli esemplari che rispondano ai requisiti di cui al comma 1 dell'art. 154 (appartenenza a specie proprie della vegetazione naturale e storicizzata) ovvero in possesso di almeno due degli elementi di cui al comma 2 del medesimo art. 154 (particolarità della specie, pregio paesaggistico o botanico, particolare ubicazione, riferimento di eventi o di memorie storico, culturali - religiose).
E' fatto divieto a chiunque di intervenire autonomamente per operazioni di manutenzione straordinaria o per abbattimento di piante rientranti nella categoria di "alberi di pregio comunali" senza l'attivazione delle procedure previste dal comma 7 e seguenti dell'art. 154, indicando i motivi per cui si ha intenzione o necessità di procedere all'abbattimento o all'intervento straordinario e allegando tutta la documentazione indicata nella modulistica relativa.
L'abbattimento, invece, di piante non comprese tra le alberature di pregio è ammesso comunque solo nei casi indicati al comma 1 dell'art. 155 (situazioni di pericolo per persone o di danneggiamento di cose, la salute dell'albero non consente un intervento di conservazione con spese tollerabili, pianta giunta al termine del suo ciclo vitale, abbattimento effettuato in correlazione ad interventi edilizi, collocazione della pianta incompatibile con il contesto in cui è collocata, nell'ambito della coltivazione di fondi agricoli e nell'esercizio delle pratiche agricole, rimozione necessaria per prevalenti ed inderogabili interessi pubblici), inviando apposita comunicazione, utilizzando la modulistica predisposta e allegando la documentazione indicata.
Non sono soggetti, invece, ad alcuna autorizzazione né comunicazione gli interventi di abbattimento di cui all'art. 156.
Per tutti gli interventi di abbattimento consentiti ai sensi delle disposizioni di cui sopra, il soggetto che effettua l'abbattimento è comunque tenuto al reimpianto di un numero di esemplari pari a quelli abbattuti (art. 157).
Nel caso in cui la pianta insiste in un'area tutelata dal vincolo paesaggistico, è necessario preventivamente dotarsi della specifica autorizzazione paesaggistica (vedi relativo procedimento).

Normativa di riferimento

- Artt. 154 e seguenti del Regolamento edilizio comunale

Riferimenti e contatti

Ufficio
Ambiente
Responsabile
Samuele Agazzi
Indirizzo
Via del Cassero, n.21 - piano terra - 50026 San Casciano in Val di Pesa
Fax
055 8256332
E-mail
s.agazzi@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *