Documentazione da presentare

Il soggetto che vuole ottenere l'autorizzazione presenterà istanza per via telematica, tramite PEC, allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune competente per territorio, sui modelli disponibili sul sito della Provincia di Firenze allegando la documentazione indicata variabile a seconda della tipologia di impianto e della tipologia di attività prevista.
Una volta realizzato l'impianto, ai fini del nulla osta alla gestione, sarà richiesta apposita fideiussione da presentare sulla base dei modelli predisposti dalla Provincia.

Costi

Quale condizione di procedibilità della domanda devono essere versati al Suap i diritti di segreteria (vedi tabella diritti) e alla Provincia i diritti istruttori, per un importo variabile in corrispondenza della tipologia di istanza attivata, secondo quanto previsto dalla D.G.P. n. 206/2011

N. PROCEDIMENTO - TARIFFA/EURO

1 Autorizzazione Unica Nuovi impianti di gestione rifiuti (art. 208 del D.Lgs. 152/2006) - 437,00
2 Autorizzazione art. 208 comma 15 del D.Lgs. 152/2006 per impianto mobile - 341,00
3 Modifica sostanziale impianto ai sensi dell'art. 208 D.Lgs. 152/2006 - 341,00
4 Nulla osta campagna di attività per impianto mobile art. 208 comma 15 del D.Lgs. 152/2006 - 196,00
5 Modifica non sostanziale e voltura (art. 208 del D.Lgs. 152/2006) 96,00
6 Rinnovo autorizzazione art. 208 del D.Lgs. 152/2006 309,00
7 Approvazione progetto di bonifica ai sensi dell'art. 242 del D.Lgs. 152/2006. Analisi di rischio - 225,00
8 Approvazione progetto di bonifica ai sensi dell'art. 242 del D.Lgs. 152/2006. Progetto operativo - 324,00
9 Rilascio certificazione di avvenuta bonifica ai sensi dell'art. 248 del D.Lgs. 152/2006 - 223,00
10 Rilascio certificazione liberatoria ai sensi dell'art. 59 del DPGR 14/r del 25/2/2004 - 81,00

Informazioni

I soggetti che intendono svolgere attività di gestione rifiuti, attraverso la realizzazione e gestione di un nuovo impianto di smaltimento e/o recupero rifiuti oppure per modifiche sostanziali ad impianti esistenti devono presentare apposita domanda di autorizzazione ai sensi dell'art. 208 / 210 del d.lgs. n. 152/2006.
Il Responsabile del procedimento, entro 30 giorni dal ricevimento della domanda, convoca apposita Conferenza di Servizi, alla quale partecipano tutti gli enti e uffici competenti sulla pratica. Il procedimento può essere sospeso per eventuali richieste integrazioni. I lavori della conferenza si concludono entro il termine di 90 giorni, dopodiché le valutazioni della conferenza sono trasmesse all'ufficio ai fini della conclusione del procedimento.
La comunicazione di fine procedimento (l'autorizzazione, di durata decennale, o il diniego motivato) è trasmessa al SUAP, che la inoltrerà al soggetto richiedente.
Se l'impianto è sottoposto a VIA i termini restano sospesi fino all'acquisizione della pronuncia sulla compatibilità ambientale
Il procedimento deve comunque concludersi entro 150 giorni dalla presentazione della domanda.

Normativa di riferimento

- Art. 208 D.Lgs. n.152/06, Parte Quarta (Realizzazione e gestione impianti)

- L.R. Toscana n. 25/1998 (art. 6 comma 1 lettera b e art. 8 comma 2)

- DPGRT 14/r del 25/2/2004

Riferimenti e contatti

Ufficio
Ambiente
Responsabile
Samuele Agazzi
Indirizzo
Via del Cassero, n.21 - piano terra - 50026 San Casciano in Val di Pesa
Fax
055 8256332
E-mail
s.agazzi@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *