Documentazione da presentare

La comunicazione di cui sopra deve essere corredata di una relazione redatta da un tecnico, sull'assetto pedogeomorfologico, sulle condizioni idrologiche e sulle caratteristiche del terreno, sui tempi di spandimento previsti e sui mezzi meccanici per garantire un'idonea distribuzione, corredata della mappa del sito di spandimento, in conformità alle disposizioni del regolamento regionale n. 46/r/2008.

Costi

Per la validità della comunicazione devono essere versati al Suap i diritti di segreteria (vedi tabella diritti).

Informazioni

L'utilizzazione agronomica delle acque di vegetazione dei frantoi oleari e lo spandimento delle sanse umide è subordinata alla preventiva comunicazione, trasmessa dal legale rappresentante dell'azienda che produce le acque destinate all'utilizzazione agronomica, per via telematica allo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune in cui ricade il sito di spandimento, almeno 30 giorni prima dell'inizio delle attività di utilizzazione

Possono essere oggetto di utilizzazione agronomica (art. 1 della legge 574/1996):

- le acque di vegetazione  residuate dalla lavorazione meccanica delle olive che non hanno subito alcun trattamento.

- le sanse umide  provenienti dalla lavorazione delle olive, costituite dalle acque, dalla parte fibrosa di frutto e dai frammenti di nocciolo.

 

IMPORTANTE

Nel caso in cui il gestore dell'impianto sia assoggettato alla sola “comunicazione preventiva per lo spandimento delle acque di vegetazione e delle sanse umide”, ha facoltà di avvalersi dell'autorizzazione unica ambientale (AUA) ai sensi del d.p.r. n. 59/2013.

Nel caso in cui, altresì, il gestore dell'impianto sia assoggettato, ai sensi della normativa vigente, al rilascio, alla formazione, al rinnovo o all'aggiornamento anche di uno degli altri titoli abilitativi previsti dalla d.p.r. n. 59/2013, è obbligato a presentare la “comunicazione preventiva per lo spandimento delle acque di vegetazione e delle sanse umide” sotto forma di autorizzazione unica ambientale (AUA) ai sensi del d.p.r. n. 59/2013 .

Normativa di riferimento

- Art. 74 comma 1 lett. p) del D.Lgs. n.152/06

- Art. 112 comma 1 del D.Lgs. n. 152/06

- L.R. Toscana n. 20/2006 (art. 12)

- DPGRT 46/r del 08/09/2008 (art. 30 e seguenti)

Riferimenti e contatti

Ufficio
Ambiente
Responsabile
Samuele Agazzi
Indirizzo
Via del Cassero, n.21 - piano terra - 50026 San Casciano in Val di Pesa
Fax
055 8256332
E-mail
s.agazzi@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *