Descrizione

Dal 31 gennaio 2018 è entrata in vigore la legge n. 219 del 14 dicembre 2017 che disciplina il consenso informato e le disposizioni anticipate di trattamento (DAT).
Questa norma tutela il diritto alla vita, alla salute, alla dignità e all’autodeterminazione della persona e stabilisce che nessun trattamento sanitario può essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata, tranne che nei casi espressamente previsti dalla legge.

Che cos'è la DAT
La dichiarazione anticipata di trattamento, anche chiamata "testamento biologico" è l’espressione, mediante atto scritto, della volontà di una persona sulle terapie sanitarie che intende o non intende ricevere nel caso non sia più in grado di prendere decisioni o non le possa esprimere chiaramente, per una sopravvenuta incapacità. La decisione di redigere una D.A.T. è assolutamente libera e volontaria.
La legge stabilisce che la persona acquisisca preventivamente adeguate informazioni
mediche sulle conseguenze delle proprie scelte.

All'interno delle DAT è possibile nominare un fiduciario. Il fiduciario deve essere persona maggiorenne capace di intendere e di volere. Il fiduciario potrà rappresentare l'interessato (disponente), nel far rispettare le volontà espresse nelle DAT nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie qualora il disponente non fosse più in grado di confermare le proprie intenzioni consapevolmente.
Il fiduciario deve accettare la nomina attraverso la sottoscrizione delle DAT o con atto successivo.
Al fiduciario viene consegnata una copia della DAT.

In assenza di nomina o di rinuncia del fiduciario, le DAT potranno essere fatte valere con l'intervento del Giudice Tutelare che nomina un amministratore di sostegno.

Modalità di richiesta

Le DAT possono essere espresse tramite:

- Atto pubblico notarile
- Scrittura privata autenticata dal notaio
- Scrittura privata semplice consegnata personalmente all’Ufficio dello Stato Civile
del Comune di residenza (se è istituito apposito registro)
- Scrittura privata semplice consegnata personalmente alle strutture sanitarie che abbiano istituito la gestione elettronica della cartella clinica.

I cittadini residenti nel Comue di san Casciano in Val di Pesa possono scegliere di consegnare le DAT presso l'Ufficio di Stato Civile, in Via del Cassero 21 negli orari di apertura al pubblico.

In tal caso l'interessato deve presentarsi di persona.

Le DAT saranno registrate nell'apposito registro istituito con delibera della Giunta Comunale n. 63 del 26/02/2018 e conservate presso l'ufficio.

Con le stesse modalità è possibile modificare o revocare DAT già espresse, oppure effettuare una nomina o revoca del fiduciario.

Il fiduciario potrà rinunciare al proprio incarico comunicandolo al disponente con atto scritto, sarà cura del disponente informare l'Ufficio di Stato Civile dell'avvenuta rinuncia.

Requisiti del richiedente

Le DAT possono essere predisposte da qualcunque persona che sia:
- maggiorenne
- capace di intendere e di volere

Per la consegna e la registrazione presso il Comune la persona deve essere:
- residente in quel Comune

Documentazione da presentare

Dichiarazione Anticipata di Trattamento in triplice copia, di cui almeno una firmata in originale dal disponente e, se nel caso, dal fiduciario. L'originale viene trattenuto dall'ufficio. Le due copie restituite al disponente affinchè ne possa consegnare una al fiduciario.

Il disponente deve presentarsi di persona con un documento di identità.

Nel caso in cui le condizioni fisiche del disponente non consentano di rendere una dichiarazione scritta, le DAT possono essere espresse attraverso videoregistrazione o altri dispositivi che consentano alla persona di comunicare. La consegna deve sempre avvenire personalmente con le medesime modalità utilizzate per la consegna in forma scritta.

Costi

L’atto non sconta nessun tipo di imposta (di registro, di bollo) né tassa o diritto.
La registrazione è gratuita.

Informazioni

 

La Legge di Bilancio 2018 (legge 205/2017) al comma 418, ha previsto l’istituzione, presso il Ministero della Salute, di una banca dati destinata alla registrazione delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT). Al comma 419 di detta legge di bilancio viene altresì stabilito che, entro 180 giorni dalla entrata in vigore della legge, con decreto del Ministro della Salute verranno stabilite le modalità di registrazione della DAT presso la banca dati di cui al comma 418.

Avvertenze

 

L'Ufficiale di Stato Civile non prende parte alla stesura delle DAT né fornisce informazioni in merito al contenuto delle stesse.

Normativa di riferimento

Legge 22 dicembre 2017, n. 219 Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento. (GU Serie Generale n.12 del 16-01-2018)
Legge 27 dicembre 2017 n. 205 – commi 418 e 419 - Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020. (GU Serie Generale n.302 del 29-12-2017 - Suppl. Ordinario n. 62)
Delibera della Giunta Comunale n. 63 del 26 febbraio 2018

Riferimenti e contatti

Ufficio
Stato civile
Referente
Silvia Benvenuti
Responsabile
Mariagrazia Tosi
Indirizzo
Via del Cassero 21 - piano terra - 50026 San Casciano in Val di Pesa
Fax
055 8256310
E-mail
s.benvenuti@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it
Orario di apertura
dal lunedì al venerdì ore 8.30-12.30; lunedì e giovedì anche 16.00-18-30

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *