Documentazione da presentare

Per il deposito della variante finale al  permesso di costruire o alla s.ci.a. dovrà essere presentato:

  1. modulo di deposito 
  2. attestazione del versamento dei diritti di segreteria (vedi Tabella diritti di segreteria);
  3. documentazione ed elaborati grafici previsti dal Regolamento Edilizio.

Costi

Il costo relativo alla variante finale al  permesso di costruire o alla s.ci.a. si  compone delle seguenti voci voci:

- diritti di segreteria (vedi allegato Tabella diritti di segreteria);

- eventuale conguaglio dei contributi per oneri di urbanizzazione e/o costo di costruzione (vedi allegato Tabelle contributo).

MODALITA' DI PAGAMENTO

  1. versamento sul c.c.p. n. 121509 intestato a Tesoreria Comunale;
  2. versamento presso la Tesoreria Comunale, cioè la  Banca del Chianti Fiorentino sede centrale (piazza Arti e Mestieri, 1 - San Casciano V.P.) e le filiali di Mercatale (via Don Minzoni, 1) e Cerbaia (via Empolese, 225),
  3. tramite bonifico bancario (codice Iban IT 79 X 03599 01800 000000132023)

Informazioni

Qualora sussistano le seguenti condizioni di cui all'art. 83 bis comma 1 della L.R. 1/2005, le varianti  al permesso di costruire o alla SCIA non comportano la sospensione dei lavori  e l'avente titolo ha l'obbligo di presentare il deposito dello stato finale dell'opera così come effettivamente realizzata:

  1. le varianti devono essere conformi agli atti di governo del territorio di cui all'art. 52 comma 2 L.R. 1/2005 o agli strumenti urbanistici generali vigenti, ai regolamenti edilizi vigenti e comunque non siano in contrasto con le prescrizioni contenute nel titolo abilitativo;
  2. le varianti non devono comportare modifiche della sagoma, né introducano innovazioni che incidono sulle quantità edificabili consentite dagli strumenti e dagli atti comunali, o che comportino incrementi di volumetria, oppure che incidono sulle dotazioni di standard;
  3. non devono riguardare beni tutelati ai sensi della parte II del Codice dei beni Culturali e del Paesaggio;
  4. nel caso in cui riguardino l'aspetto esteriore di immobili o aree tutelate ai sensi della parte III del  Codice dei beni Culturali e del Paesaggio, le varianti devono essere realizzate a seguito del rilascio dell'autorizzazione paesaggistica oppure devono riguardare interventi di cui all'art. 149 del Codice medesimo.

Normativa di riferimento

- Art. 83 bis L.R. 1/2005

- Regolamento edilizio

Riferimenti e contatti

Ufficio
Edilizia residenziale
Referente
Sandra Anichini - Costanza Cacciatori
Responsabile
Barbara Ronchi
Indirizzo
Via del Cassero, n.19 - piano terra - 50026 - San Casciano in Val di Pesa
Fax
055 8256332
E-mail
s.anichini@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *