Documentazione da presentare

Per la segnalazione certificata di inizio dell'attività dovrà essere presentato:
1.attestazione del versamento dei diritti di segreteria (vedi Tabella diritti di segreteria);
2.documentazione ed elaborati grafici previsti dal Regolamento Edilizio o da normative specifiche di settore;
3.eventuali pareri, nulla osta o atti di assenso comunque denominati necessari per l'esecuzione dei lavori;
4.comunicazione o autorizzazione in deroga ai limiti di rumorosità di zona o dichiarazione di rispetto dei limiti sopra detti (vedi scheda specifica).

Costi

Il costo relativo alla variante in corso d'opera al permesso di costruire o alla s.ci.a. si compone delle seguenti voci:
- diritti di segreteria (vedi allegato Tabella diritti di segreteria);
- (eventuali) contributi per oneri di urbanizzazione e/o costo di costruzione (vedi allegato Tabelle contributo).

Modalità di pagamento

  1. versamento sul c.c.p. n. 121509 intestato a Tesoreria Comunale;
  2. versamento presso la Tesoreria Comunale, cioè la  Banca del Chianti Fiorentino sede centrale (piazza Arti e Mestieri, 1 - San Casciano V.P.) e le filiali di Mercatale (via Don Minzoni, 1) e Cerbaia (via Empolese, 225),
  3. tramite bonifico bancario (codice Iban IT 79 X 03599 01800 000000132023)

Informazioni

La presentazione della segnalazione certificata di inizio dell'attività è dovuta per gli interventi indicati all'art. 135 della L.R. 65/2014. Possono essere altresì realizzati mediante SCIA, in alternativa al permesso di costruire, gli interventi di cui all'art. 134 comma 1 lettere g) e h), ove non ricadenti all'interno delle zone omogenee A di cui al D.M. 1444/1968 o ad esse assimilate.
L'inizio dei lavori è contestuale alla presentazione della SCIA, mentre il termine massimo per l'ultimazione dei lavori è di tre anni dalla data di presentazione.
L'interessato è tenuto alla presentazione della comunicazione di fine lavori. Ai sensi del Regolamento Edilizio la comunicazione di fine lavori deve essere presentata entro i termini di validità del titolo, pena l'applicazione delle sanzioni di cui all'art. 95-septies del Regolamento.
Se i lavori non vengono ultimati entro il termine sopra detto, l'interessato deve presentare una nuova SCIA per il completamento dei lavori.
Nel caso di varianti in corso d'opera, quando non ricorrano le condizioni di cui all'art. 143 commi 1 e 2 della L.R. 65/2014, l'interessato deve presentare una nuova SCIA, contenente le modifiche da apportare al progetto originario. Qualora sussistano le condizioni di cui all'art. 143 commi 1 e 2 della L.R. 65/2014 le varianti non comportano la sospensione dei lavori e l'avente titolo ha l'obbligo del deposito dello stato finale dell'opera come effettivamente realizzata, da effettuarsi unitamente ad apposita attestazione del professionista non oltre la data della comunicazione di ultimazione dei lavori.

Normativa di riferimento

- L.R. 65/2014

- Regolamento edilizio

Riferimenti e contatti

Ufficio
Edilizia residenziale
Responsabile
Sandra Anichini
Indirizzo
Via del Cassero, n.19 - piano terra - 50026 - San Casciano in Val di Pesa
Fax
055 8256332
E-mail
s.anichini@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *