Descrizione

In data 15 settembre 2020 è entrato definitivamente in vigore il Decreto Legge n. 76/2020, convertito con Legge n. 120/2020 (noto come Decreto Semplificazioni) che introduce una significativa innovazione in materia di autocertificazioni:
Chiunque (soggetto pubblico o privato) è tenuto ad accettare le autocertificazioni e ha la facoltà di effettuare controlli sulla veridicità della dichiarazioni sostitutive ricevute.

 

ANPR Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente

Dal 14 Novembre 2018 gli archivi comunali APR (residenti) e AIRE (residenti all'estero) del Comune di San Casciano in Val di Pesa sono confluiti nella banca dati nazionale denominata ANPR.

Pertanto da quella data il nostro ufficio anagrafe è in grado di rilasciare le certificazioni anagrafiche relative a qualunque cittadino presente in ANPR (anche non residente) così come possono essere ottenuti certificati anagrafici relativi ai cittadini residenti a San Casciano in val di Pesa anche presso le anagrafi degli altri Comuni italiani (purché anche questi siano subentrati in ANPR).

L'elenco in continuo aggiornamento dei comuni subentrati in ANPR è scaricabile dall'apposito sito del ministero dell'Interno

Modalità di richiesta

Direttamente presso l'ufficio anagrafe negli orari di apertura al pubblico.

In caso di certificati esenti dall’imposta di bollo è possibile effettuare la richiesta anche tramite email anagrafe@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it  o PEC comune.sancascianovp@postacert.toscana.it riportando chiaramente:
- i dati della persona che richiede il certificato
- fronte/retro del documento di identità del richiedente
- indicazione puntuale del motivo dell'esenzione e del relativo riferimento normativo
- specificare se si necessita di certificato con firma digitale (.p7m) o se è sufficiente il PDF
La risposta e il certificato verranno trasmessi stesso mezzo.

Per posta all'indirizzo: Via Machiavelli 56 – 50026 San Casciano in Val di Pesa, allegando:per certificati in bollo
- richiesta sottoscritta
- copia documento d'identità del richiedente
- busta preaffrancata con l'indirizzo del richiedente per la risposta
- marca da bollo da € 16,00

per certificati esenti da bollo
- richiesta sottoscritta con l'indicazione puntuale del motivo dell'esenzione e del relativo riferimento normativo
- copia documento d'identità del richiedente
- busta preaffrancata con l'indirizzo del richiedente per la risposta

La richieste verranno evase entro un massimo di 30 giorni.

Requisiti del richiedente

 

Per la richiesta dei certificati di residenza e di stato di famiglia non è necessaria la presenza dell'intestatario. Questi certificati possono essere richiesti da chiunque (art. 33, comma 1, DPR 223/1989)

Nel caso in cui il richiedente sia persona diversa dal diretto interessato, il funzionario comunale addetto al rilascio della certificazione può richiedere la compilazione di un apposito modulo nel quale vengano specificati i fini per i quali si richiede quel tipo di certificazione, e gli estremi di un proprio documento di riconoscimento.

E' necessario presentarsi presso gli uffici muniti di un documento di riconoscimento.

Se nel certificato è richiesta l'indicazione della maternità e della paternità in questo caso il certificato può essere richiesto solo dal soggetto interessato o dai genitori/tutori.

Nel caso di certificati relativi a situazioni anagrafiche pregresse, il cosiddetto certificato storico, il richiedente deve motivare il proprio interesse (non è possibile rilasciare certificazioni anagrafiche storiche che non siano motivate da un interesse giuridicamente tutelato)

Costi

Tutti i certificati anagrafici sono soggetti all'imposta di bollo sin dall'origine (art.1 legge n.642/1972) , a meno che non siano richiesti per un motivo per il quale è esplicitamente prevista una esenzione (tabella B del D.P.R. 642/72 o leggi speciali esentative) e in tal caso il motivo dell'esenzione deve essere indicato nella richiesta e verrà riportato sul certificato stesso.

L’imposta di bollo viene riscossa in modo virtuale, pertanto non è richiesto di acquistare precedentemente la marca da bollo, ma il relativo importo può essere versato direttamente in contanti o tramite POS (solo circuito bancomat) allo sportello.

 

Per i certificati e attestati anagrafici redatti a mano, con ricerca d'archivio, è richiesto il pagamento di euro 5,00 per ogni singolo nominativo contenuto in tali atti. Tale importo è ridotto della metà se il certificato è rilasciato in esenzione dal bollo. (art. 40 L.604/1962, tabella D).

Richieste di esenzione generiche o che non siano coerenti con il tipo di documento richiesto, non verranno prese in considerazione in quanto non pertinenti.

Informazioni

Dal 1° gennaio 2012 le certificazioni rilasciate da una Pubblica Amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della Pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dall’autocertificazione.

Sui certificati rilasciati dall’ufficio anagrafe viene apposta, a pena di nullità, la dicitura:
il presente certificato non può essere prodotto agli organi della PA o ai privati gestori di pubblici servizi”
 

L'autorità giudiziaria non è tenuta ad accettare l'autocertificazione.

 

Validità

- I certificati attestanti nascita, morte o comunque fatti e stati immodificabili, hanno validità illimitata.


- gli altri certificati hanno validità sei mesi dalla data di rilascio.


Potranno tuttavia essere utilizzati anche dopo la scadenza con la sola sottoscrizione, da parte dell'interessato, senza autentica, che nulla è variato rispetto a quanto contenuto nel certificato.

Normativa di riferimento

 

- Decreto Legge n. 76/2020, convertito con Legge n. 120/2020 (Decreto Semplificazioni)

- Decreto del Presidente della Repubblica n. 223 del 30.5.1989 - Regolamento anagrafico della popolazione residente

- art. 15, Legge 12 novembre 2011, n. 183

- Circolare 23 maggio 2012, n.5 del Ministero per la Pubblica Amministrazione e per la semplificazione

-  Circolare Ministero dell’Interno n.11/2003

-  art.1 Legge n.642/1972 e allegato Tabella B

-  D.P.R. n.445/2000

 

Riferimenti e contatti

Ufficio
Anagrafe
Referente
Lucia Morabito
Responsabile
Silvia Benvenuti
Indirizzo
Via del Cassero, n.21 - 50026 San Casciano in Val di Pesa
Fax
055 8256310
E-mail
anagrafe@comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it
Orario di apertura
Lunedì e Giovedì 8.30 -12.30 e 16.00 -18.30; Martedì 8.30 - 12.30; Mercoledì e Venerdì 8.30 - 13.30

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *